Home
sorano
Cosa vedere

Sorano cosa vedere

Cosa vedere a Sorano: il borgo antico con i suoi tortuosi vicoli, la Fortezza Orsini, il Masso Leopoldino, San Rocco, le Vie Cave ed i castelli nei dintorni.

Passeggiata nel borgo di Sorano

Arrivati a Sorano saliamo fino all'ingresso della Fortezza in via San Marco, in questo punto possiamo lasciare la nostra auto e proseguire a piedi. Il cuore storico di Sorano è rappresentato e dominato dalla Fortezza Orsini, il cui fascino architettonico certamente non vi deluderà. Entriamo nel borgo antico attraversando l'Arco del Ferrini. La posizione di Sorano, affacciato a strapiombo sulla valle del torrente Lente, ci regala improvvisi e suggestivi panorami sulle boscose gole sottostanti. Percorriamo la via principale fino ad arrivare alla Collegiata di San Nicola, chiesa del XIII secolo che conserva un pregevole fonte battesimale del 1563, un ciborio in pietra lavica del '400 ed una tela di Raffaello Vanni. Di fianco alla Collegiata si trova il Palazzo Comitale con un rifinito portale in travertino recante l'iscrizione in memoria di Ludovico Orsini. Guardando alle spalle del Palazzo Comitale, si scorge la Torre dell'Orologio che svetta sopra il Masso Leopoldino, singolare fortificazione ottenuta dallo squadramento e rinforzamento di una enorme rupe tufacea e somigliante ad una nave. Sulla cima del Masso una terrazza consente di ammirare lo splendido panorama a 360 gradi. Scendendo dal lato nord-est si arriva alla Porta dei Merli, antica porta d'accesso al borgo, originariamente munita anche di ponte levatoio; sulla facciata spiccano ancora le insegne di Niccolo IV Orsini e Cosimo II de Medici. Superata la porta si entra nella valle del Lente, tra grotte rupestri di origine etrusca, fitti boschi ed alte muraglie di tufo.

Fortezza Orsini

Una Fortezza inespugnata, imponente capolavoro di architettura, costruita ed integrata sullo sperone tufaceo di cui sembra la naturale prosecuzione. I suoi sotterranei articolati su più piani, sono un labirinto di gallerie alcune delle quali risalgono all'epoca etrusca. Dettagli sulla Fortezza Orsini.

Vie Cave di Sorano

Via Cava

Le Vie Cave sono antichi percorsi etruschi scavati nella roccia che raggiungono fino a 25 metri di profondità. Nonostante queste antiche opere di ingegneria abbiano appassionato studiosi di tutto il mondo, ancora sono molte le ipotesi sul loro originario utilizzo. Tuttavia qualunque sia il motivo che abbia spinto gli etruschi a scavare chilometri di questi percorsi, l'unica cosa certa è che percorrerli è un'esperienza senza eguali, un'emozione coinvolgente e magica. La principale via Cava che troviamo a Sorano è quella di San Rocco. Dettagli sulle Vie Cave.

Belvedere e complesso rupestre di San Rocco

Sorano

Due chilometri prima di arrivare a Sorano, percorrendo la strada Sorano - Castell'Azzara, immediatamente prima del ponte sul Lente prendiamo una stradina a sinistra che ci porterà dritti al complesso rupestre situato su una grande terrazza panoramica. Tutta l'area ha avuto una frequentazione umana a partire dall'età del bronzo, i numerosi insediamenti hanno lasciato molte tracce ma in questo caos si rivelano difficili da datare. Raggiunto il complesso ci si dirige verso la chiesetta di San Rocco che conserva ancora al suo interno i resti di un affresco seicentesco. In tutta l'area potremo curiosare nei vari ambienti scavati nel tufo: abitazioni rupestri, tombe, colombari. Da non perdere la punta estrema dello sperone tufaceo, il cosiddetto belvedere, da cui si può godere una favolosa panoramica sulla valle e sul borgo di Sorano; vi consigliamo di andarci nelle ore del pomeriggio, quando il sole illumina il borgo che appare così in tutta la sua bellezza. Da San Rocco infine, e precisamente dietro la chiesetta, parte l'omonima Via Cava di grande suggestione che arriva direttamente a Sorano.

Insediamento rupestre di Vitozza

Vitozza insediamento rupestre

Affascinante insediamento rupestre con circa duecento grotte all'interno di un parco archeologico che rappresenta anche un ottimo itinerario naturalistico.
Entra nell'insediamento rupestre di Vitozza.

Necropoli Etrusca di Sovana

Sovana - Tomba Ildebranda

Splendida e grandiosa necropoli etrusca con sepolture monumentali, a dado, semidado, edicola, via cave ecc. Dettagli su: Necropoli Etrusche di Sovana.

Il castello di Montorio

Come si raggiunge: percorrendo la strada provinciale Sorano-Castell'Azzara. Il castello controllato inizialmente da una dinastia locale passa sotto il controllo di Siena nel 1475. Arrivati al Castello ci si presenterà davanti la scena di un rudere dominato nello spigolo di nord-est dai resti di un imponente Torrione. Proseguendo verso l'ingresso noteremo il fossato su cui si affaccia il basamento a scarpa del castello e una torre tonda, tutto conservato ancora nel loro aspetto originale.

Castell'Ottieri

Come si raggiunge: percorrendo la strada provinciale Sorano-Castell'Azzara, arrivati a Montorio si procede per Sorano, dopo circa 1 km si gira a destra per Castell'Ottieri. Storicamente Castell'Ottieri apparteneva agli stessi proprietari di Castel Montorio da questo si può dedurre che il passo fu breve a condividerne anche il destino: Nel 1559 dopo una contesa tra Repubblica di Siena e Conti Orsini di Pitigliano fu annesso al Granducato di Toscana. Castell'Ottieri, complesso fortificato assemblatosi in tempi diversi, racchiude il suo cuore storico all'interno della "Rocca". La Rocca è un edificio con base a scarpa e grande torrione circolare all'interno del quale sono stati inglobati l'unica porta risalente alla vecchia cinta muraria medievale e l'alta torre a base quadrata.

Accoglienza a Sorano:

LE NOSTRE RECENSIONI

Spartan Maremma
Spartan Maremma

Semplicità e Natura: la soluzione di Spartan Maremma
Visualizza

scopri la maremma