Home
scarlino
Rocca Pisana di Scarlino

Rocca Pisana di Scarlino

La Rocca di Scarlino ed il tesoro dei 100 fiorni d'oro.

La Rocca Pisana si trova nella parte più alta del borgo di Scarlino. Dagli scavi archeologici effettuati tra il 1979 ed il 1983, è emerso che l'area fu abitata fin dalla tarda età del bronzo (secoli XII - X a.C.) ma per quanto riguarda la rocca, la prima menzione della “curtis” di Scarlino risale al 973 quando il possedimento era degli Aldobrandeschi. Tra l'XI ed il XII secolo l'insediamento subì un notevole miglioramento costruttivo e un documento del 1277, anno in cui il castello fu ceduto dai Conti Alberti al comune di Pisa, riporta indicazioni di vari edifici.

Con i Pisani la Rocca venne ristrutturata ed ampliata, anche l'abitato subì notevoli trasformazioni e molti edifici vennero distrutti per essere ricostruiti totalmente. Nel 1399 Scarlino passò agli Appiano che effettuarono una nuova ristrutturazione della rocca con la costruzione della seconda cinta muraria.Oggi si possono ammirare gli imponenti ruderi della costruzione, composti da tre torri angolari di forme differenti unite da varie cortine murarie.

La maggior parte dei reperti rinvenuti durante gli scavi archeologici, sono esposti nel Centro di Documentazione del Territorio Riccardo Francovich, tra cui anche il “Tesoro di Scarlino”. Il Tesoro fu rinvenuto durante i sopra menzionati scavi archeologici, era sepolto in un nascondiglio della rocca, e si tratta di un vaso di terracotta invetriata contenente 100 fiorini d'oro coniati da sette zecche differenti tra cui Venezia, Firenze, Roma, Milano ed anche una città ungherese. Le monete sono databili tra il XIV ed il XV secolo ed hanno permesso di studiare la circolazione monetaria della città toscana del periodo.

Dove si trova la Rocca Pisana di Scarlino

Accoglienza a Scarlino:

LE NOSTRE RECENSIONI

Spartan Maremma
Spartan Maremma

Semplicità e Natura: la soluzione di Spartan Maremma
Visualizza

scopri la maremma