Home
Argentario
Argentario Mare

Argentario Mare e Spiagge

Il mare e le spiagge del'Argentario: guida al mare ed alle spiagge dell'Argentario con foto, descrizioni e suggerimenti.

spiagge argentario

Per apprezzare al meglio il mare e le spiagge dell'Argentario vi consigliamo di noleggiare una piccola barca o un gommone a Porto Santo Stefano o a Porto Ercole, potrete così costeggiare il promontorio ed ammirare la calette più nascoste, le grotte, gli isolotti o le spiagge accessibili solo dal mare e quindi mai eccessivamente affollate. Tuttavia per coloro che non hanno intenzione di imbarcarsi, indichiamo di seguito alcune calette e spiagge dell'Argentario raggiungibili anche via terra.

Un grande vantaggio dell'Argentario è quello di offrire baie riparate dai venti in qualsiasi condizione meteo, quindi per prima cosa è consigliabile osservare da che parte tira il vento, e poi optare per la costa sud nel caso di venti battenti da nord o la costa nord nel caso di venti battenti da sud. Se vi intendete poco di venti, chiedete consiglio ai vecchi lupi di mare che sicuramente incontrerete nei pressi del porto, non mancheranno di darvi un buon suggerimento. Se cercate le spiagge di sabbia con fondali che declinano dolcemente, la scelta dovrà cadere sulla Giannella o sulla Feniglia (sono i due Tomboli che collegano l'Argentario alla terra ferma).

La Giannella

La Giannella è il tombolo più a nord dell'Argentario, lo incontrerete pochi km prima di entrare a Porto Santo Stefano. Troverete sia stabilimenti balneari che diversi km di spiaggia libera, numerosi sono i bar e ristorantini in riva al mare. I punti di accesso alla spiaggia sono numerosi e li incontrerete percorrendo la strada omonima. È una spiaggia molto indicata per gli sport velici. Alle spalle della spiaggia è presenta una stretta e lunga pineta.

La Feniglia

La Feniglia è il tombolo più a sud e si incontra prima di arrivare a Porto Ercole. Anche qui sono presenti alcuni stabilimenti balneari, bar, ristoranti sulla riva e molta spiaggia libera. Alle spalle della spiaggia si estenda una rigogliosa pineta che è la Riserva Forestale di Protezione Duna Feniglia, percorribile a piedi o in bicicletta non è difficile incontrare numerosi daini. È una passeggiata piacevolissima.

I Bagni di Domiziano

I Bagni di Domiziano (detta anche spiaggia Gerini) è una piccola spiaggia sabbiosa situata sulla destra della strada che conduce a Porto Santo Stefano, ai piedi di quella che un tempo era la villa dei Domizi Enobarbi (famiglia dell'imperatore Nerone). Durante la bassa marea, dal mare affiorano tutt'oggi i resti delle antiche vasche per l'allevamento del pesce, sono visibili anche le rovine dell'antica antica villa romana(del 36 a.C.) . Il fondale digrada dolcemente è quindi una spiaggia molto adatta ai bambini. La spiaggetta è tutta libera, non ci sono bar ne stabilimenti balneari.

La Soda

La Soda è una cala che troviamo proseguendo dai Bagni di Domiziano in direzione di Porto Santo Stefano. Si tratta di una spiaggia formata da piccoli ciottoli, in parte libera ed in parte servita da uno stabilimento balneare, è presente anche un bar ed un ristorante direttamente sul mare. La facilità d'accesso via terra ed i suoi fondali poco impegnativi, ne fanno una cala particolarmente indicata per i sub alle prime armi che iniziano a prendere confidenza con le immersioni.

La Bionda

La Bionda, troverete questa piccola e graziosa caletta prendendo, alla fine del Pozzarello, la stradina che costeggia il mare; oppure partendo da Porto S. Stefano, alla fine delle tre gallerie. Da l'impressione di essere una spiaggetta privata (non lo è) poichè vi si affacciano alcune villette, e vi è stata posta un barriera di scogli all'interno della quale le acque sono sempre calme. Può essere raggiunta anche a piedi da Porto Santo Stefano, l'accesso è comodo, non vi sono stabilimenti balneari ne bar, come inconveniente segnaliamo che sulla spiaggetta spesso si accumulano le alghe.

La Cantoniera

La Cantoniera è una piccola spiaggia di sabbia e piccoli ciottoli. Si può raggiungere anche a piedi da Porto Santo Stefano, attraversando la galleria dove un tempo (dal 1913 al 1944) passava il trenino che collegava il paese con Orbetello. C'è sia la spiaggia libera che lo stabilimento balneare con bar e ristorante. È una spiaggia vivace e molto frequentata, vi divertirete ad ammirare gli adolescenti locali che si esibiscono nei tuffi dagli scogli situati sul lato sinistro. Quando c'è vento di scirocco il mare è particolarmente cristallino. È accessibile anche ai portatori di handicap.

Il Moletto

Il Moletto è una piccola spiaggia situata proprio dentro Porto Santo Stefano, è particolarmente comoda da raggiungere ed accessibile anche ai portatori di handicap. Lo spazio destinato alla spiaggia libera è molto piccolo, è presente inoltre lo stabilimento balneare, il bar ed il ristorante. Nel periodo estivo nelle acque antistanti la spiaggia, viene posizionato un campo da pallanuoto.

La Caletta

La Caletta è la spiaggia dell'omonimo hotel, anch'essa situata dentro Porto Santo Stefano e quindi di facile accesso per tutti. È presente lo stabilimento balneare, il bar, il ristorante, ed anche un diving che consente immersioni da terra con guida per l'osservazione dei cavallucci marini. Una piccola darsena artificiale consente anche ai più piccoli di tuffarsi in tutta tranquillità.

La Cacciarella

La Cacciarella è la prima delle spiagge lontane dai centri abitati e quindi prive di bar e stabilimenti balneari ma in compenso decisamente più belle dal punto di vista naturalistico. La Cacciarella è una piccolissima spiaggia di sabbia, incastonata tra due scogliere, il sentiero dalla strada è lungo circa 500 metri ed è impegnativo. Munitevi di maschera poichè i fondali sono decisamente belli. Nella scogliera ad est troverete la Grotta del Turco il cui accesso è appena visibile ma all'interno la grotta è ampia; secondo la leggenda, qui riuscì a nascondersi una barca di pescatori locali in fuga dai corsari turchi, che nel XVIII secolo imperversavano su queste coste.

Cala Grande

Cala Grande perfettamente visibile dalla strada panoramica, è la cala più frequentata dalle imbarcazioni dell'Argentario. La vegetazione arriva fino alla riva e non c'è turista che non si fermi a fotografare lo splendido panorama. Vi si affacciano tre spiagge di ciottoli, il sentiero che conduce alla prima delle tre è lungo poco più di 500 metri ed in realtà è l'antico fosso del Cauto che attraversa la suggestiva macchia di lecci ad alto fusto. Il percorso non è eccessivamente impegnativo ma non adatto a tutti. Ottimo luogo dove fare snorkeling e rilassanti nuotate.

Cala del Gesso

Cala del Gesso è una delle più belle spiagge dell'Argentario, si raggiunge percorrendo la strada panoramica fino al km 5.9, dove troverete sulla destra l'uscita per via dei Pionieri, si tratta di una stradina che dovrete percorrere per qualche centinaio di metri, dopodichè, alla fine della discesa, lasciate l'auto e attraversate un cancello con passaggio pedonale, da qui dovrete percorrere un sentiero asfaltato (ammirerete dei panorami mozzafiato) lungo circa 700 metri (il ritorno in salita è sconsigliato nelle ore più calde). La fatica del percorso è ampiamente ricompensata dalla bellezza di questa insenatura, la spiaggia è composta da piccolissimi ciottoli e si trova di fronte all'isolotto dell'Argentarola. Sulla scogliera di destra sono visibili i resti di un'antica torre d'avvistamento spagnola del XVI secolo.

Cala del Bove

Cala del Bove poco più avanti di Cala del Gesso, il viottolo è percorribile solo a piedi ed è lungo circa 700 metri; si tratta di una scogliera senza arenile ma gli scogli sono levigati e consentono di sdraiarsi in modo relativamente comodo. Ottima zona dove fare snorkeling.

Cala Piccola

Cala Piccola, a questa piccola spiaggia di ciottoli si accede dalla strada statale seguendo le indicazione dell'Hotel di Cala Piccola. La strada è comoda ed asfaltata. È presente lo stabilimento balneare dell'Hotel. Di fronte alla spiaggia si trova il rinomato scoglio del corallo, uno scoglio che dai 45 metri di profondità risale fino a pochi metri dalla superficie, è una delle mete preferite dai sub.

Mar Morto

Mar Morto il sentiero che conduce al mare è abbastanza lungo (circa 500 mt. ma non eccessivamente impegnativo) il nome di questa cala deriva dalla sua barriera rocciosa che impedisce alle onde di raggiungere direttamente la riva, formando così delle piscine naturali al cui interno l'acqua risulta sempre calma e permette una balneazione in totale relax. Non dimenticate di portarvi ombrellone, crema solare ed acqua poichè non ci sono bar ne ripari naturali dal sole (che qui è sempre molto forte). Il fondale di questa baia è tra i più belli dell'Argentario inoltre è anche ricco di pesci, vi sarà sufficiente una maschera per godervi lo spettacolo. Per sdraiarvi dovrete individuare gli scogli più lisci, ovviamente non sono mai troppo comodi, tuttavia vi sconsigliamo di andare sulla spiaggetta ai piedi della scarpata poichè in estate il caldo è quasi insopportabile e l'accesso al mare più complicato, meglio sicuramente la barriera di cui abbiamo parlato all'inizio, dalla quale potrete più facilmente raggiungere sia il mare aperto che le piscine naturali, inoltre è il punto gradevolmente più ventilato.

L'Acqua Dolce

L'Acqua Dolce si raggiunge da Porte Ercole percorrendo la strada panoramica e seguendo le indicazione per l'Hotel Il Pellicano. Poco prima di arrivare all'ingresso dell'Hotel sarete costretti a lasciare l'auto in un parcheggio e proseguire a piedi su un sentiero molto agevole lungo circa 200 metri. La spiaggia è formata da sabbia e piccoli ciottoli. Vi consigliamo di non arrivare in spiaggia troppo tardi poichè il sole anche d'estate va via intorno alle 18:00.

Lo Sbarcatello

Lo Sbarcatello si raggiunge da Porto Ercole tramite la strada panoramica, giunti al km 1,6 lasciate l'auto e proseguite a piedi lungo un sentiero pedonale.

La Spiaggia Lunga

La Spiaggia Lunga si raggiunge da Porto Ercole tramite la strada panoramica, giunti al km 1,55 (pochi metri prima del bivio per Forte Stella) troverete sulla sinistra il sentiero per scendere in spiaggia. Il sentiero è lungo circa 200 metri ed in alcuni tratti è di difficile percorribilità. La spiaggia è libera ma per chi lo desidera c'è il servizio noleggio ombrelloni e lettini. La baia è dominata dal Forte Stella

Le Viste

Le Viste si raggiunge da Porto Ercole, appena lasciate il paese percorrendo la strada panoramica, sulla sinistra trovate un piccolo bar lungo la strada, lasciate l'auto negli appositi parcheggi e scendete lungo un sentiero agevole di circa 100 metri. La spiaggia è sia libera che attrezzata con bar e stabilimenti balneari. Di fronte alla baia si trova l'isolotto. Forte Stella

Dove sono le principali spiagge e baie dell'Argentario

Accoglienza all'Argentario:

comments powered by Disqus

scopri la maremma